martedì 23 dicembre 2014

Tortelli di zucca mantovani vegan



A cura di Paola Laura Fabbri
Ingredienti per il ripieno da preparare preferibilmente il giorno prima o meglio ancora 48 ore prima
600 gr. di zucca mantovana già pulita
250 gr. di mostarda di mele mantovana, possibilmente di mele campanine e ben senapata
150 gr. di lievito alimentare in scaglie, in sostituzione del parmigiano grattugiato
200 gr. di amaretti vegan (se si ha la fortuna di trovarli) oppure
150 gr. di pane grattugiato mescolato con 50 gr. di farina di mandorle finissima, 20 gr. di zucchero, quello che preferite e tre gocce di essenza di mandorla amara ad uso alimentare. Se riuscite a trovare le mandorle di albicocca, sostituire la farina di mandorle con le mandorle di albicocca ( amare) finemente tritate ed evitare l’essenza. Questo mix sostituisce gli amaretti richiesti nella ricetta originale.
noce moscata e sale q.b
Cuocere la zucca in forno preriscaldato a 200°C, coperta con alluminio da cucina. Io uso i sacchetti per la cottura in forno. A cottura ultimata aprire i sacchetti o scoprire la teglia e far raffreddare la zucca in forno (si asciuga meglio). Tritare la mostarda. Passare la zucca in uno schiacciapatate, unire la mostarda tritata, gli amaretti finemente tritati o il mix che li sostituisce, la noce moscata, il lievito in scaglie e il sale. Mescolare bene fino ad aver amalgamato tutti gli ingredienti. Assaggiare e aggiungere lievito o sale a piacimento. Far riposare in frigorifero per 24 o meglio 48 ore. Questo ripieno necessita di una certa “maturazione”, i sapori si devono ben amalgamare. Toglierlo dal frigorifero almeno un paio d’ore prima di usarlo.
Fare la pasta fresca. Io uso queste dosi:
400 gr. di semola di grano duro
100 gr. di farina, quella che preferite
200 gr. di acqua tiepida a cui va aggiunto un pizzico di sale
1 cucchiaio di olio evo.
Impastare tutti gli ingredienti e far riposare  l’impasto avvolto in un telo umido per mezz’ora.
Stendere l’impasto e formare dei tortelli quadrati. .Lessare e scolarli al dente
 e condire con burro vegetale (burrolì, burro di cacao, margarine, margarina autoprodotta) sciolto e imbiondito (color nocciola chiaro) e una bella spolverata di lievito in scaglie, in sostituzione del  burro e il parmigiano. Io per condirli uso questo sistema: Versare sul fondo di una zuppiera molto calda un poco del burro che abbiamo fuso, aggiungere i tortelli  a strati e finire di condire ciascuno strato con il rimanente burro fuso e con il lievito in scaglie. Lasciar riposare 5 minuti nella zuppiera mantenuta al caldo, Servire, in piatti caldi se è possibile.


http://paradisodeidolcivegan.blogspot.it/2013/01/amaretti-morbidi.html


0 commenti:

Posta un commento