lunedì 6 luglio 2015

Meringhe vegan con l’acquafaba (acqua di cottura dei ceci)

Meringhe all'acquafaba alla menta e cioccolato e alla mandorla

Meringhe all'acquafaba alla menta e cioccolato e alla mandorla




Meringhe all'acquafaba alla vaniglia

Meringhe all'acquafaba alla vaniglia

Meringhe all'acquafaba alla vaniglia




A cura di Paola Laura Fabbri
L’acqua faba è l’acqua di cottura dei ceci. Dobbiamo ringraziare lo chef francese Joel Roessel per la sensazionale scoperta che migliorerà la pasticceria vegana. L'acqua di cottura dei ceci diventa come l'albume d'uovo se viene montata a neve quindi si presta per numerose preparazioni come meringhe, macarons e tutto quello che nella cucina classica richiede albume montato a neve
Sul web si trovano moltissime ricette per questo tipo di meringa, questa è la mia versione
Ingredienti:
100 gr. di acqua di cottura dei ceci, va bene anche l’acqua dei ceci in scatola facendo attenzione che non contenga conservanti e sale
135-140 gr. di zucchero , quello che preferite. 
i semi di una stecca di vaniglia oppure si possono aromatizzare a piacere con oli essenziali ad uso alimentare, menta, rosa, viola, cannella, mandorla ecc… Sconsiglio gli aromi sin tetici tipo fialette Cameo.
qualche goccia di succo di limone

Con la planetaria o con uno sbattitore elettrico, montare l’acqua dei ceci per circa 10 minuti poi aggiungere qualche goccia di succo di limone, serve per neutralizzare completamente il retrogusto di ceci. continuando a montare aggiungere un cucchiaio alla volta lo zucchero e  l’aroma scelto. Montare a neve ferma, ci vogliono circa 20 minuti. E’ consigliabile incominciare a bassa velocità e alzarla un po’ alla volta per incorporare più aria.
Mettere l’impasto in una sac a poche e su una teglia rivestita di carta da forno creare le forme desiderate oppure con un cucchiaio formare dei mucchietti. Cuocere in forno preriscaldato a 90°C per tre ore poi spegnere il forno e lasciare le meringhe in forno spento per 30 minuti. sfornare e far raffreddare. Si conservano in scatole di metallo. a casa mia non si fa in tempo a riporle nelle scatole, “svaniscono” prima :-D


4 commenti:

Anonimo ha detto...

se metto meno zucchero vengono lo stesso?? grazie :)

Paola Laura Fabbri ha detto...

Non lo so bisogna provare

Acquacluster ha detto...

Ciao, secondo te i 100 gr di acquafaba, a quanti albumi più o meno corrispondono? Grazie

Paola Laura Fabbri ha detto...

Non ne ho la certezza ma mi sembra che corrispondano a tre albumi

Posta un commento