domenica 16 giugno 2013

Torta diplomatica vegan







A cura di Paola Laura Fabbri
Come per molti altre preparazioni, anche in questo caso le ipotesi riguardo l’origine di questo dolce sono svariate. Alcuni sostengono che il nome sia dovuto al fatto che una torta simile fu inviata in dono a Francesco Sforza nel 1454 allora Duca di Milano da un diplomatico del ducato di Parma. Un’altra versione racconta che la torta sia stata creata a Verona, nel periodo post-natalizio per riciclare gli avanzi del Pandoro. 
La torta diplomatica è un vanto della pasticceria italiana, composta da due strati di pasta sfoglia e uno di pan di Spagna, imbevuto di bagna per renderlo ancora più morbido, il tutto farcito crema diplomatica, che nasce dall'unione tra crema pasticcera e crema chantilly. 
Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia
Per il pan di Spagna
130 gr. di farina 00
100 gr. di fecola di patate
180 gr. di zucchero di canna
80 gr. di olio di semi
150 gr. di latte vegetale
mezza bustina di lievito in polvere
vaniglia (facoltativa)


Mescolare gli ingredienti secchi e setacciarli, in una ciotola miscelare il latte e l'olio, aggiungere il composto al mix di farine e zucchero e mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto liscio, senza grumi.
Ungere ed infarinare uno stampo da 18 cm di diametro, versare l'impasto e cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per 35 minuti circa (dipende dal forno) controllare la cottura con uno stecchino,  deve risultare asciutto.
Far raffreddare, tagliare i bordi del pan di spagna
 Eliminare la crosta esterna e ricavare uno strato spesso 1,5-2 cm.

Crema Diplomatica

Ingredienti:
600 gr. di latte di soia alla vaniglia o qualunque latte vegetale,
30 gr. di farina 00,
12 gr. di amido di mais,
60 gr. di zucchero di canna oppure succo d'agave o malto
250 gr. di panna da montare vegetale
Diluire in una ciotola gli ingredienti secchi con 100 grammi di latte, portare ad ebollizione il latte rimanente e versarlo sul composto di farina , amido e zucchero, cuocere a fuoco basso per circa 3-4 minuti mescolando continuamente con una frusta.
Far raffreddare. Montare la panna e unirla alla crema

Per la bagna
100gr. di zucchero di canna
200gr. d’acqua
20 gr. di rum
In un pentolino portare ad ebollizione l’acqua con lo zucchero di canna, far sobbollire a fuoco basso per una decina di minuti. Spegnere il fuoco e aggiungere il rum. Il rum va aggiunto a fuoco spento altrimenti evapora.
Preparare (anche il giorno prima) il pan di Spagna
Ricavare dalla pasta sfoglia due rettangoli. Trasferirli su una leccarda ricoperta di carta forno e bucherellarli con l’apposito attrezzo o con i rebbi di una forchetta
Cospargere di zucchero a velo e cuocere in forno statico a 180° per 12-13 minuti fino a quando la loro superficie sarà ben dorata .
Composizione della torta diplomatica:
Su un piatto da portata posizionare una delle due sfoglie e spalmarla con la crema diplomatica, stendendola con una spatola, lasciare mezzo cm di spazio dal bordo. 
Ritagliare il pan di Spagna con la stessa forma degli strati di pasta sfoglia
Prendere lo strato di pan di Spagna e posizionarlo sulla crema per formare il secondo strato. Bagnare abbondantemente il pan di Spagna con la bagna al rum  e cospargerlo di crema diplomatica. Terminare con l’ultimo strato di sfoglia. Cospargere di zucchero di canna a velo.

0 commenti:

Posta un commento