mercoledì 2 novembre 2016

Regina vegan d’inverno






A cura di Paola Laura Fabbri
Base tipo pan di Spagna, farcitura con crema di ricotta vegetale e cedro candito, bagna all’assenzio
Ingredienti per uno stampo da 26 cm. di diametro
Per la base:
300 gr. di farina, quella che preferite
100 di fecola di patate
250 gr. di zucchero, quello che preferite
1 bustina di lievito per dolci vegan, io uso quello di finestra sul cielo
450 gr. di bevanda vegetale (latte di soia, riso ecc…) ho usato soia alla vaniglia
100 gr. di olio di mais
10 gr. di aceto di mele (un cucchiaio) aiuta la lievitazione
Mescolare gli ingredienti secchi e setacciarli, in una ciotola miscelare il latte, l’olio e l’aceto di mele, aggiungere il composto al mix di farine e zucchero e mescolare con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo
Versare l’impasto in uno stampo, preferibilmente apribile da cm. 26 di diametro, precedentemente rivestito di carta da forno. Cuocere in forno preriscaldato a 175 gradi per 45-50 minuti circa (dipende dal forno) controllare la cottura con uno stecchino,  deve risultare asciutto.

Per la farcitura e la decorazione
600 gr. di ricotta vegetale
200 gr. o più di zucchero a velo, quello che preferite
400 gr. di panna vegetale
200 gr. di cedro candito
600 gr di panna da montare vegetale tipo Idee di soia, Leha, panna da montare Valsoia, Professional crem
Per la Bagna:
300 gr. di acqua
150 gr. di zucchero
liquore assenzio
Preparare la bagna portando a ebollizione l’acqua con lo zucchero, far cuocere a fuoco basso per 5 minuti. spegnere e far raffreddare quindi aggiungere l’assenzio, il quantitativo varia secondo il gusto personale.
Preparazione della crema di farcitura
Setacciare la ricotta con lo zucchero a velo, aggiungere la panna e il cedro candito tritato finemente.
Per la ricotta vegetale
3 litri di bevanda di soia senza aggiunta di calcio ecc…, deve essere solo soia.
70 gr. di succo di limone filtrato sale

Portare ad ebollizione il latte di soia, quando incomincia a bollire abbassare la fiamma e aggiungere il succo di limone, continuare la cottura a fuoco basso per circa 7-8 minuti, mescolando ogni tanto e facendo attenzione che non bolla fuori. Spegnere il fuoco, lasciar riposare una decina di minuti. versare nel colino rivestito di garza. Strizzare leggermente e lasciar colare per un paio d’ore.

Tagliare la torta in due dischi spessi non più di due centimetri, inzuppare i dischi con la bagna all’assenzio. Spalmare la crema sul primo disco e coprire con il secondo. Montare la panna e decorare a piacere. Le decorazioni di “ghiaccio” sono realizzate con isomalto

2 commenti:

Alessandra ha detto...

stupenda questa creazione di torta!!
troppo bella per mangiarla secondo me, ma è molto bella. Complimenti per questo lavoro! Saluti dal mio hotel Siusi. Alessandra

Paola Laura Fabbri ha detto...

Grazie :-)

Posta un commento